La tenerina di zucca

La tenerina di zucca è un dolce tipico di Ferrara, una variante “light” della classica tenerina al cioccolato. E’ facile da realizzare, inoltre l’impasto è senza lievito e contiene pochissima farina, che potete sostituire con la fecola se avete problemi di intolleranza… è davvero perfetto per tutti! 

Ingredienti per una tortiera da 22/24 cm di diametro

  •  250 g di polpa di zucca precedentemente cotta al forno 
  • 125 g di burro 
  • 125 g di zucchero 
  • 3 uova
  • 2 cucchiai di farina 00 (o fecola di patate)
  • una bustina di vanillina (o mezzo baccello di vaniglia)
  • un pizzico di sale
  • zucchero a velo q.b.
Preparazione

Mettete la polpa in una ciotola e schiacciatela bene con i rebbi di una forchetta fino ad ottenere un composto omogeneo.
Mescolate separatamente il burro morbido e lo zucchero con le fruste elettriche fino a formare una crema, aggiungete un tuorlo alla volta e lavorate l’impasto fino a che non sarà assorbito prima di aggiungere il successivo. A questo punto potete unire la zucca. 
Aggiungete adesso la vanillina (o i semi di vaniglia) e la farina setacciate, un cucchiaio alla volta sempre con le fruste elettriche. 
Montate gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale e poi incorporateli delicatamente all’impasto,  con movimenti dal basso verso l’alto utilizzando una spatola.

Foderate la vostra tortiera con la carta da forno, versate l’impasto e livellate bene.

Il dolce è pronto per il forno, in cui dovrà stare a 170° per 40 minuti. Dopo aver fatto la prova dello stecchino (deve risultare leggermente umido all’interno) sfornate e lasciate raffreddare. Spostate la tenerina sul piatto da portata e spolverate con zucchero a velo… E fateci sapere se la ricetta vi è piaciuta! 

 

Questo dolce vi sorprenderà per la sua morbidezza e il suo profumo invitante.

 

Conservazione: la torta tenerina si mantiene perfettamente per 3 giorni a temperatura ambiente sotto una campana di vetro o all’interno di una pellicola per alimenti. Se non riuscite a mangiarla tutta entro questo lasso temporale potete anche congelarla! In tal modo riuscirete a ridurre al minimo gli sprechi.